Crea sito

Toni Braxton: «L’autismo di mio figlio è una punizione di Dio»

Non è facile convivere con il timore che attanaglia i propri pensieri circa il futuro incerto di nostro figlio, soprattutto se quest’ultimo è colpito da autismo. Toni Braxton è una di queste madri e, purtroppo, oltre ad affrontare questa particolare circostanza si ritrova a combattere anche con se stessa.

Toni Braxton

Toni Braxton

La cantante americana salita alla ribalta agli inizi del ’90 ha pubblicato di recente il suo libro di memorie, dal titolo Unbreak My Heart, nel quale sono riportati alcuni pensieri che da una parte potrebbero causare l’insofferenza del lettore realista, dall’altra dare vita ad un sentimento di compassione nei confronti dell’autrice.

Secondo Toni Braxton, infatti, l’autismo del figlio è il risultato di un suo trascorso aborto, una giusta punizione comminata da Dio.

Ho dovuto prendere una decisione improvvisamente, una scelta che non avrei mai creduto di fare. Nonostante le mie paure rispetto all’aborto, alla fine ho preso questa decisione lancinante… nel mio cuore sapevo di aver portato via una vita… un’azione che sapevo un giorno avrebbe causato la punizione di Dio nei miei confronti. La rabbia iniziare è stata poi seguita da un’altra forte emozione: il senso di colpa. Sapevo di aver stroncato una vita e credo che la reazione di Dio sia stata quella del dare a mio figlio il problema dell’autismo.

Nonostante il libro sia stato pubblicato appena qualche giorno fa – esattamente il 20 maggio 2014 – dalla sua stesura la cantante e attrice sembra poi aver cambiato opinione. Nelle recenti interviste rilasciate proprio in occasione del tour promozionale di Unbreak My Heart, Toni ha prima tentato di dare una risposta scientifica ma pur sempre azzardata all’autismo del figlio, poi ha assunto una posizione più moderata tralasciando il fattore religioso e dunque apprezzando il piccolo per la persona che è:

Pensavo di aver subìto una punizione da parte di Dio per il mio aborto. Poi ho capito che non c’è nulla di male con il mio bambino, impara solo in modo diverso.