Crea sito

The Miseducation of Cameron Post presto nella sale americane

Chloë Grace Moretz sarà Cameron Post nella versione cinematografica del romanzo The Miseducation of Cameron Post

Ormai in fase di post-produzione, l’adattamento cinematografico del romanzo The Miseducation of Cameron Post è quasi giunto al traguardo del grande schermo, sul quale potrebbe essere proiettato entro la fine del 2017.

Il film ispirato alla storia coming-of-age scritta da Emily M. Danforth racconta le (dis)avventure di una ragazza 12enne, Cameron Post, orfana dei genitori morti in un incidente stradale e dunque affidata alla zia conservatrice e cristiana. A Miles City, piccola cittadina del Montana, Cameron realizza di provare attrazione nei confronti dell’amica Coley Taylor. Proprio quest’ultima, per svincolarsi dallo scandalo che le minaccia, sarà responsabile dell’outing di Cameron, in seguito al quale viene inviata in un campo cristiano per sottoporsi alla controversa terapia riparativa.

Chloë Grace Moretz (Cameron Post) ; Sasha Lane (Jane Fonda)

A dirigere le riprese della versione cinematografica troviamo una regista già nota al pubblico queer, Desiree Akhavan, protagonista e realizzatrice di Appropriate Behavior (2014). Interprete della protagonista Cameron Post è invece Chloë Grace Moretz, ex bambina-prodigio del cinema hollywoodiano che attualmente vanta oltre 60 titoli all’attivo tra cinema e tv.

Le critiche dei gruppi religiosi

La storia del romanzo The Miseducation of Cameron Post si è scontrata fin da subito, al momento della sua pubblicazione, con le reazioni sgomente di associazioni religiose che riuscirono in qualche modo a bloccarne la diffusione impedendone la disponibilità all’interno delle biblioteche e nei gruppi di lettura scolastici ed extrascolastici.

Accolto con favore dalla critica, gli oppositori hanno per lungo tempo contestato la narrazione delle pratiche adottate nell’ambito del trattamento per convertire all’eterosessualità la protagonista e gli altri giovani reclusi. A 5 anni dall’uscita del libro della Danforth tante cose sono cambiate: vietata in California nei confronti dei minorenni, la fantomatica cura per omosessuali è stata poi messa in discussione in diversi stati, compreso il Regno Unito, dove anche associazioni di medici cristiani ne hanno riconosciuto le conseguenze deleterie.