Crea sito

Due terzi dei ragazzi LGBT hanno pensato al suicidio

bullyingSecondo una ricerca condotta da Ditch the Label sarebbero due terzi gli omosessuali che hanno pensato seriamente al suicidio durante la loro carriera scolastica, mentre l’80% degli intervistati LGBTQ afferma di aver subìto atti di bullismo omofobico.

I risultati si riferiscono ad un campione di persone gay, lesbiche, bisessuali e transgender che nel Regno Unito frequentano la scuola superiore o l’università.

Il fondatore dell’organizzazione no-profit, Liam Hackett, spiega inoltre che gli omosessuali ad essere maggiormente colpiti da manifestazioni di omofobia sono i maschi.

La ricerca mostra che il bullismo ha un profondo impatto sull’autostima, la salute mentale e le performance accademiche degli studenti LGBT. Non può essere più ignorato.

Spero che il nostro studio solleciti le Istituzioni ed il Governo ad investire maggiori risorse per una regolare sensibilizzazione e promozione dell’uguaglianza e della diversità.

Statistiche ancora peggiori si presentano nel caso degli intervistati transgender, di cui il 67% ammette di aver compiuto atti di autolesionismo; due ragazzi su cinque hanno tentato il suicidio spinti dalle vessazioni dei compagni.

Ditch the Label lancerà il 18 maggio la campagna Sponsored Silence, dedicata alle numerose vittime di bullismo che soffrono in silenzio.