Studio sull’omogenitorialità della Melbourne University

I bambini che hanno genitori dello stesso sesso crescono allo stesso modo (se non meglio) dei figli di coppie eterosessuali. Così si può riassumere lo studio della Melbourne University sul tema dell’omogenitorialità in Australia.

same sex parentingThe Australian Study of Child Health in Same-Sex Families ha raccolto informazioni inerenti a 500 individui provenienti da tutto il territorio australiano e di età non superiore ai 17 anni. Dei 315 genitori omosessuali o bisessuali che hanno partecipato alla ricerca, l’80% è rappresentato da donne.

Secondo la relazione dell’università, nessuna differenza statistica è stata riscontrata tra le due categorie sulla base di indicatori quali l’autostima, il comportamento emotivo e la quantità di tempo trascorso insieme ai genitori. Diversa è la situazione riguardante lo stato di salute complessivo e la coesione familiare, dove i figli di coppie omosessuali hanno mostrato un certo vantaggio rispetto alla media nazionale. Il ricercatore Simon Crouch ha rilasciato la seguente dichiarazione:
La situazione in cui si trovano le famiglie omogenitoriali rende le stesse più attente alla comunicazione e all’approccio sui problemi che qualsiasi bambino potrebbe affrontare a scuola, come il bullismo e le umiliazioni. Ciò assicura una maggiore apertura, che a sua volta rende i bambini e i ragazzi più forti.
Chissà cosa dirà ora Kevin Rudd, ex Primo Ministro che proprio lo scorso mese ha definito l’eventuale malessere dei figli di omosessuali come «l’unico ostacolo rimanente». Sebbene anche i progressisti del Labor Party siano contrari alle nozze gay, la questione dei diritti LGBT continua ad ottenere maggiore attenzione. La pressione si fa sentire soprattutto dall’approvazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso nella vicina Nuova Zelanda, dove uno dei più accesi sostenitori è l’esponente del partito di destra Maurice Williamson, noto per aver parlato di «grande arcobaleno gay sull’elettorato».
Precedente La condannata Lauryn Hill attacca gli immorali gay Successivo Miley Cyrus promuove il gruppo LGBTQ di Facebook