Crea sito

Sarkozy cambia idea sulle unioni gay: no all’abrogazione

Dopo una fulminea quanto inaspettata risalita ai vertici del principale partito di centrodestra francese, l’ex Presidente Nicolas Sarkozy si appresta a pubblicare un libro che ripercorre la sua lunga esperienza politica, raccontando le sue soddisfazioni ma anche i propri errori. Ma la vera notizia riguarda la nuova posizione del leader dei Républicains rispetto alla legge che regola il matrimonio tra persone dello stesso sesso in Francia.

Nicolas Sarkozy

Nicolas Sarkozy

La legge, voluta fortemente dall’attuale Ministro della Giustizia Christiane Taubira nonché dal Presidente François Hollande, è stata al centro di una lunga e dura battaglia che ha visto scendere in piazza migliaia di persone e decine di associazioni (Manifs pour tous la più nota) di stampo religioso nel tentativo di bloccarne il percorso legislativo. Tra i sostenitori degli anti-mariage pous tous spiccava proprio lui, Sarkozy, che però oggi sembra aver cambiato idea.

Nelle anticipazioni di France pour la vie – questo il titolo del libro – compaiono infatti alcune note che fanno arrabbiare non poco gli oppositori delle unioni tra omosessuali, che nel leader dei repubblicani vedevano il loro principale rappresentante politico. Oggi, però, sembrano essere rimasti orfani, perché nel libro in uscita Nicolas Sarkozy rende pubblica la sua nuova opinione: non continuerà a sostenere l’abrogazione della legge Taubira.

Avevo pensato, all’epoca, che le ambiguità della legge Taubira su certi punti avrebbero richiesto una nuova scrittura. In seguito ad una riflessione, temo che il rimedio sia peggiore del male. Dunque non ritengo opportuno legiferare nuovamento, perché la priorità deve essere quella di unire i francesi. È un punto sul quale credo di aver fatto dei progressi.

La dichiarazione di Sarkozy ha scatenato immediatamente le reazioni degli anti-mariage pour tous. In prima linea alcuni esponenti del suo stesso partito, tra cui Hervé Mariton che scrive su Twitter:

Disapprovo lo spergiuro di Nicolas Sarkozy sul #MariagePourTous. Per quanto mi riguarda, mantengo il mio impegno.

Opinione accolta da Sens Commun, corrente anti-gay dei Républicains:

Sens Commun non sosterrà la candidatura di personalità politiche che non mantegono i loro impegni fino alla fine. Sens Commun fa quindi appello, in vista delle primarie del centrodestra, all’unione di tutte le forze capaci di incarnare una linea politica coraggiosa, forte dei suoi valori.

Chissà quale ruolo avrà avuto la moglie dell’esponente repubblicano, Carla Bruni, rispetto al clamoroso ripensamento del marito…