Russia, incremento violenza omofoba dopo legge anti-gay

La legge anti-gay approvata recentemente dal Parlamento russo ha scatenato un’ondata di attacchi violenti ai danni di persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali in un paese già di per sé altamente omofobo. A confermare gli effetti della norma è Keleidoscope Trust, organizzazione LGBTQ con base nel Regno Unito che si occupa di diritti umani a livello internazionale.

Promulgata da Vladimir Putin lo scorso giugno, la legge vieta qualsiasi forma di propaganda gay in presenza di minori. In caso di violazione della regola, le persone colpevoli saranno punite con una sanzione che può variare da €90 a €23.000, mentre per gli stranieri che compiono lo stesso reato è previsto addirittura il carcere.

Alistair Stewart, responsabile di Kaleidoscope Trust, ha rilasciato la seguente dichiarazione nel corso della protesta tenutasi a Londra di fronte all’ambasciata russa:

La situazione in Russia è indubbiamente peggiorata, nel senso che queste leggi vanno ad alimentare il clima di paura e giustificano in qualche modo gli abusi contro le persone LGBT. I nostri colleghi russi registrano un incremento del livello di violenza, sia spontanea che premeditata.

Al pesante clima si aggiunge la notizia dell’arresto di alcuni turisti olandesi che, una volta arrivati nel paese guidato da Putin, si sono uniti ad una protesta organizzata da alcune associazioni locali. L’episodio non fa che accrescere i dubbi riguardo l’importante evento sportivo internazionale che presto si terrà a Sochi, i Giochi Olimpici invernali, ai quali parteciperanno diversi atleti apertamente omosessuali. Tra questi vi è Blake Skjellerup, neozelandese che si è detto pronto a violare la legge indossando un simbolo LGBT durante la sua permanenza sul posto.

Qualche fastidio devono affrontarlo anche le ambasciate russe in giro per il mondo, che da qualche giorno sono costrette ad operare di fronte a grandi strisce pedonali dai colori dell’arcobaleno (di seguito le immagini di Stoccolma e Sydney).

stockholm rainbow stripes

sydney rainbow stripes

Precedente Charice racconta il coming out in un noto show filippino Successivo Queen Latifah ripete: «Non parlo della mia vita privata»