Crea sito

Regno Unito, motivazioni assurde per impedire adozione a coppia gay

Matthew e Pradeep

Matthew e Pradeep

Il riconoscimento del matrimonio tra persone dello stesso sesso e del relativo di diritto alla famiglia non si traduce automaticamente nel superamento dell’omofobia, neanche sul piano istituzionale. Testimone ne è una coppia omosessuale del Regno Unito, che a Londra ha tentato invano di avviare le pratiche per l’adozione di un bambino ma immediatamente è stata respinta con motivazioni assurde.

Matthew Broadway-Horner, 42 anni, e Pradeep De Silva, 39 anni, avevano chiesto alle istituzioni competenti nel settembre 2014 di essere inseriti nella lista delle coppie (regolarmente sposate) che desiderano adottare un bambino. Come previsto dalla legge, i due sono ufficialmente entrati nel sistema d’adozione, tuttavia da allora non hanno mai avuto la reale opportunità di procedere:

All’inizio ci hanno detto che non potevamo perché in casa nostra non c’erano giocattoli… ma quale coppia senza figli ha giocattoli in casa? Ci è sembrata un po’ strana come motivazione.

Ma non finisce qui, perché dopo aver risolto il problema dell’assenza di giocattoli la coppia si è trovata di fronte ad un’altra – e questa volta insanabile – questione. Secondo il funzionario dei servizi sociali, infatti, era necessario che uno dei due assumesse il ruolo di madre; inoltre, la loro casa da tre camere non era abbastanza grande per accogliere un bambino.

Ciò non è bastato a fermare il desiderio di avere figli di Matthew e Pradeep che, armati di molta pazienza, si sono sottoposti ad una serie di incontri con i servizi sociali. Tuttavia niente di tutto questo è servito e, ormai senza speranza, la coppia ha deciso di arrendersi e chiamarsi fuori dal sistema per le adozioni.