La NBC blocca video pro-LGBT di Chelsea Clinton

Chelsea Clinton, figlia del segretario di Stato americano Hillary Clinton, si è vista respingere dai vertici di NBC News l’autorizzazione per la diffusione di una pubblicità pro-LGBT nel periodo della campagna informativa sul Referendum 74, tenutosi lo scorso 6 novembre nello Stato di Washington.

Il blocco sarebbe stato deciso a causa della posizione coperta dalla giovane Clinton, che attualmente collabora con l’emittente del famoso network nella veste di corrispondente speciale. Il video in questione era stato pensato per la pubblicazione tramite internet e non attraverso il mezzo televisivo, tuttavia i responsabili hanno ritenuto opportuno porre un veto.

La posizione di Chelsea Clinton sul tema del matrimonio tra persone dello stesso sesso è nota già da diverso tempo, quando all’inizio dell’anno si espresse apertamente contro l’Amendment One del North Carolina, il quale spogliava dei benefici domestici i partner delle coppie omosessuali:

Credo che tutti debbano difendere ciò che è giusto, sempre e ovunque. Nel momento in cui i diritti civili di un americano o di un gruppo di americani vengono messi in dubbio, tutti i cittadini dovrebbero fare in modo da dare una risposta giusta. È ciò che ho imparato da giovane dai miei genitori. Loro sono guida ai miei principi.

Come noto, i diritti LGBTQ hanno vinto in tutti e quattro gli Stati che proponevano quesiti referendari al riguardo.

Precedente Frank Ocean spiega il rifiuto verso le etichette sessuali Successivo La settimana LGBT attraverso le immagini della rete (24/11/12)