Membri del Governo Bush jr. in favore delle nozze LGBT

Il vento cambia e a dimostrarlo sono alcuni membri di spicco del Partito Repubblicano statunitense che, appena cinque anni fa, si opponevano a qualsiasi diritto per le coppie omosessuali. A lanciare la nuova campagna in favore del matrimonio tra persone dello stesso sesso è la Respect for Marriage Coalition, il cui video di inaugurazione vede la partecipazione di politici come Dick Cheney (Vice Presidente durante l’amministrazione Bush jr.) e  Colin Powell (Segretario di Stato nel corso del medesimo Governo).

Per quanto riguarda Dick Cheney, si ricorda la sua posizione contraria ai diritti LGBTQ durante l’incarico di Governo nonostante avesse una figlia dichiaratamente lesbica e con una lunga relazione alle spalle: le due donne si sono poi sposate nel 2012 a Washington DC e al matrimonio hanno presenziato sia l’ex Vice Presidente che il resto dell’orgogliosa famiglia.

Si schiera in favore delle nozze gay anche Laura Bush, moglie del 43° Presidente degli Stati Uniti George W. Bush. Oltre alla partecipazione dei suddetti repubblicani, si è unito alla campagna anche Barack Obama, il primo Presidente americano ad aver dichiarato apertamente il sostegno alla marriage equality nel corso del suo mandato alla Casa Bianca.

AGGIORNAMENTO: Laura Bush ha chiesto la rimozione della sua intervista dal video ufficiale della Respect for Marriage Coalition, in quanto non affiliata a tale organizzazione. L’intervista ripresa nel filmato risale al 2010 ed è estratta dal talk show di Larry King, durante il quale l’ex first lady dichiarò il proprio sostegno alle nozze gay. Il supporto al matrimonio egualitario non è stato smentito.

Precedente Clive Davis fa coming out: «Sono bisessuale» Successivo Amazon festeggia le nozze LGBT con una nuova pubblicità