Crea sito

Lauren Jauregui fa coming out e attacca gli elettori di Trump

Lauren Jauregui fa coming out con una lettera da mic drop

Ora possiamo dirlo: Donald Trump fa miracoli. Da quando è stato eletto Presidente degli Stati Uniti non si contano più i coming out. L’ultimo è quello di Lauren Jauregui, cantante della girlband Fifth Harmony.

Lauren ha appena 20 anni, è oggettivamente bella bella bella – ed è pure bisessuale.

Lauren Jauregui

Lauren Jauregui

Se credete che il collegamento tra il suo coming out e Donald Trump sia indiretto, inventato o una semplice battuta, vi sbagliate. Perché la cantante delle Fifth Harmony ha messo mano alla tastiera e scritto una lunga lettera, tagliente ed esplicita, indirizzata agli elettori del miliardario.

La lettera agli elettori di Donald Trump

Ecco a voi le parti più interessanti della lettera di Lauren tradotte in italiano:

A ogni singolo sostenitore di Trump che afferma di non essere razzista, omofobo, sessista, xenofobo, stronzo […], questa lettera è per voi.

Le vostre parole non hanno alcun valore, perché le vostre azioni hanno condotto alla distruzione del progresso raggiunto insieme, come nazione. Avete, con la vostra pura ignoranza e con il vostro rifiuto di capire come funzionano le cose al mondo, permesso ad un tycoon affamato di potere di impossessarsi degli Stati Uniti d’America. […]

Siete IPOCRITI.

[…] Avete votato una persona che per 18 mesi ha edificato una campagna elettorale sul vostro odio. Vi ha manipolati TUTTI. […] È diventato il vostro eroe perché ha dato voce a quella parte di voi che ritiene di essere migliore del resto del mondo (proprio come Hitler fece in Germania prima dell’Olocausto). […]

Questo mondo del politically correct che abbiamo creato, che in sostanza è un mondo con delle regole sociali, in cui abbiamo estirpato il linguaggio del razzismo, dove abbiamo introdotto il concetto di femminismo per far comprendere alle donne il proprio valore e il diritto di essere trattate come gli uomini, […] dove si è sentita la necessità di creare infinite etichette per aiutare le persone queer ad identificarsi e a sentirsi parte di quel mondo pieno di gente mentalmente chiusa che le ha rese invisibili per troppo tempo. Questo è il comportamento “politically correct” di cui volete liberarvi? […]

Sono una donna bisessuale, americana di origini cubane, e sono orgogliosa di esserlo. Sono orgogliosa di essere parte di una comunità che promuove amore, istruzione e altruismo. Sono orgogliosa di essere nipote e figlia di immigrati abbastanza coraggiosi da lasciare la propria casa per sbarcare in un mondo nuovo con una cultura e una lingua diverse. […]

Se dovessi consigliare due cose ad ogni singolo elettore di Trump, direi: viaggiate e leggete un libro di storia. Guardate al di là del vostro naso, vi renderete conto di quanto siano insignificanti i vostri principi davanti al fatto che non siete soli su questa terra. Capirete che la vostra pelle bianca è il risultato dell’emigrazione degli europei in America, che i soli veri americani sono i Nativi Americani. […]

Non siamo più l’America indivisibile di un tempo, siamo uniti su due fronti separati: amore e odio. Non ci stiamo lamentando della sconfitta del nostro candidato, stiamo conducendo una battaglia contro un programma politico che minaccia le nostre vite e la nostra salute.

Indipendentemente da quanto ciò possa infastidirvi, NOI ESISTIAMO.

 

mic-drop-obama