Crea sito

La California mette al bando la ‘terapia riparativa’

Share:
Condividi

Il governatore della California Jerry Brown ha firmato sabato scorso una legge che entra nella storia della lotta per i diritti LGBT. La norma in questione protegge i gay, le lesbiche, i bisessuali e i transessuali minorenni dalla cosiddetta ‘terapia riparativa’, il cui obiettivo è l’alterazione dell’orientamento sessuale o dell’identità di genere e di espressione.

Il disegno di legge n.1172 – promosso da organizzazioni come NCLR, Equality California, Lambda Legal e Mental Health America of Northern California – rappresenta la prima legge nel suo genere all’interno degli confini statunitensi e andrà in vigore il 1° gennaio 2013.

Le ‘terapie di conversione’ comprendono una varietà di tecniche spesso discusse e controverse, ma recentemente hanno trovato opposizione anche da parte di personalità che in precedenza la praticavano con convizione: lo scorso aprile il dottor Robert Spitzer – autore di uno studio del 2001 nel quale sosteneva la possibilità di ‘riparazione’ – ha affermato:

 A posteriori devo ammettere che le critiche sul mio studio sono ampiamente corrette.

Il sito SFGate.com riporta la seguente dichiarazione del Governatore Brown:

Questa legge vieta le ‘terapie’ non scientifiche che hanno portato persone giovani alla depressione e al suicidio. Queste pratiche non trovano basi nella scienza o nella medicina e ora saranno rinchiuse nel secchio della spazzatura della ciarlataneria.

Tags: , ,