Crea sito

Il Vice-Presidente USA sostiene il matrimonio gay

Mentre in Italia Carlo Giovanardi (PDL) è intento a negare l’esistenza dell’Olocausto degli omosessuali, negli Stati Uniti continua a discutersi l’ipotesi del matrimonio tra persone dello stesso sesso, per altro già riconosciuto in alcuni stati federali.

A portare avanti la discussione è stato il cattolico Joe Biden, vice-presidente degli USA e braccio destro di Barack Obama, che durante un’intervista per il programma televisivo Meet The Press ha ribadito il suo pieno sostegno al diritto di sposarsi per gli omosessuali, puntualizzando però che lui è solo il vice e dunque la linea politica viene dettata da chi si trova al vertice, ossia Obama:

Io sono il  vice-presidente degli Stati Uniti d’America. È il Presidente a guidare l’attività di governo. Per quanto mi riguarda, sostengo senza dubbi l’unione tra due uomini, due donne o tra un uomo e una donna: non vedo alcuna distinzione.

E sempre sul fronte degli USA, il candidato avversario di Obama alle prossime (e vicinissime) elezioni presidenziali, Mitt Romney, si ritrova ad affrontare un’accusa piuttosto scomoda, cioè quella di aver spinto alle dimissioni uno dei responsabili per la campagna elettorale del suo partito, reo di essere omosessuale. Tuttavia, dato che non siamo in Italia, Romney – non esattamente gay friendly – ha dovuto immediatamente smentire le voci per poi invitare l’uomo a tornare nella squadra.