Approvata in Uganda la discussa legge “Kill The Gays”

stand up for ugandaConosciuto inizialmente come Kill The Gays, il disegno di legge che dà inizio ad una vera e propria caccia nei confronti degli omosessuali è stato approvato oggi dal Parlamento dell’Uganda. La norma rende illegale la «promozione» dell’omosessualità e prevede come pena massima il carcere a vita delle persone LGBTQ e di coloro che non riportino alla polizia episodi di «attività omosessuale».

Alla notizia dell’approvazione, la comunità LGBTQ del Paese ha dichiarato di trovarsi in stato di shock e di temere per la propria vita. Nonostante la pena di morte inizialmente prevista dalla norma sia poi stata abbandonata, la delibera del legislatore autorizza di fatto la popolazione – già omofoba di per sé – a trasformare l’esistente clima d’odio in una reale e concreta minaccia all’incolumità delle persone omosessuali e di chiunque mostri segni di apertura nei loro confronti.

Ottenuto il favore dei membri del Parlamento, la norma è ora in attesa della firma definitiva del Presidente Yoweri Museveni, prevista già nelle prossime ore.

L’attivista Frank Mugisha ha commentato la notizia attraverso i media occidentali, dove ha confermato il clima di panico che si è diffuso in un attimo tra le persone LGBTQ – a questo punto spogliate di qualsiasi diritto.

Sono sotto shock. Non so cosa fare, non mi aspettavo venisse approvata oggi. Pensavo ci fosse ancora un po’ di tempo, siamo stati colti di sorpresa.

In effetti la votazione della norma soprannominata Kill The Gays ha subìto uno sprint inatteso grazie alla speaker della Camera Rebecca Kadaga, soddisfatta per l’approvazione avvenuta entro dicembre: in precedenza aveva promesso un «regalo di Natale» al suo popolo.

Mugisha annuncia un movimento di opposizione alla legge – da egli definita incostituzionale – e promette di mettere in campo qualsiasi mezzo disponibile al fine di combattere la decisione del Parlamento:

La comunità internazionale deve prestare attenzione alla norma appena approvata. Abbiamo bisogno della vostra attenzione in questo momento. Sono estremamente deluso, tutti i miei colleghi sono in panico, temono una caccia alle streghe.

Precedente Repubblicano vuole la pena di morte per gay e adulteri Successivo Studenti di una scuola cattolica difendono prof. gay