I Simpson, il cartone animato più gay-friendly della tv

patty bouvier lesbian the simpsonsSecondo una ricerca tedesca, i Simpson (The Simpsons) rappresentano la famiglia animata più gay-friendly della storia televisiva. A stabilirlo è stato Erwin In het Panhuis dopo aver esaminato attentamente ben 490 scene del cartoon americano ed avervi trovato oltre 70 personaggi omosessuali; inoltre nel 2005 la serie dedicò un intero episodio al tema del matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Nel libro intitolato Gay Jokes – Homosexuality in The Simpsons, Panhuis afferma che in tale produzione televisiva l’omosessualità viene trattata come «qualcosa di normale» e azzarda perfino a mettere in dubbio l’orientamento di Homer, apparentemente eterosessuale:

Homer ha baciato altri uomini più di 50 volte in tutta la serie ma nonostante ciò è felicemente sposato con sua moglie. Alcune volte è etero, altre è gay… e altre volte è omofobo.

Superando i dubbi e le ambiguità sul protagonista, di certo vi è un personaggio ricorrente che non lascia spazio alle interpretazioni: Waylon Smithers, il fedele assistente del malefico signor Montgomery Burns. Il sentimento che lo lega al suo capo non è un segreto:

È una relazione complicata, piena di paura e amore non corrisposto, con momenti di vera dolcezza.

Altra figura rinconducibile alla categoria dei personaggi LGBTQ è Patty Bouvier, sorella di Marge. La sua sessualità è stata suggerita diverse volte nel corso dell’intera serie, fino al coming out avvenuto in un episodio andato in onda nel 2005, quello dedicato alla marriage equality. Un altro esempio risale alla puntata speciale di Halloween del 1992 (Treehouse of Horror III), quando un Homer nudo passa di fronte alla cognata e quest’ultima esclama: «E così se ne va l’ultima traccia rimasta della mia eterosessualità».

Non meno importante è l’episodio Homer’s Phobia del 1997, in cui il capofamiglia si distacca dal suo nuovo amico John per evitare che “contagi” Bart con la sua omosessualità. Tuttavia, dopo aver frequentato e conosciuto meglio l’uomo, Homer si rende conto degli errori commessi e dice al figlio che lo sosterrà qualunque sia il suo orientamento sessuale. All’epoca ci furono discussioni tra la Fox e i produttori: questi ultimi prevalsero e la puntata andò in onda. Epilogo: elogi, Emmy e GLAAD Awards.

Precedente Nozze gay, Huckabee: «Ora liberiamo i poligami» Successivo Sharnee Zoll-Norman è sposata (con una donna)