Crea sito

Human Rights Campaign invita a votare Hillary Clinton

Human Rights Campaign invita a votare Hillary Clinton

L’organizzazione non-profit Human Rights Campaign (HRC) ha inaugurato la propria campagna per promuovere la partecipazione dei cittadini americani in occasione delle elezioni presidenziali che si terranno il prossimo 8 novembre.

Human Rights Campaign non si limita però ad invitare gli elettori alle urne: prende esplicitamente le parti della candidata democratica Hillary Clinton.

Hillary Clinton

Hillary Clinton

Sempre più intenso è l’impegno che HRC assume rispetto alle consultazioni popolari americane, con l’obiettivo di sostenere i candidati ed esponenti politici vicini ai diritti civili delle persone omosessuali e delle famiglie omogenitoriali.

Obiettivo: Swing States

L’azione del gruppo è destinata soprattutto ai cosiddetti swing states, ossia quegli stati tendenzialmente indecisi, dove non esiste una propensione netta verso l’uno o l’altro schieramento politico. Inoltre, Human Rights Campaign chiama all’appello tutta la popolazione LGBTQ americana, la quale assume un influenza numerica sempre maggiore.

Gay, lesbiche, bisessuali, transgender e alleati LGBT rappresentano ormai negli Stati Uniti – insieme alle minoranze etniche delle quali condividono solitamente l’orientamento politico – quella parte di elettorato in grado di decretare le sorti dei candidati. Un’influenza crescente nei suddetti swing states, tra cui compaiono North Carolina, New Hampshire, Pennsylvania, Florida e Nevada.

Trump vs Clinton

Trump vs Clinton

Il presidente di HRC Chad Griffin ha definito questa campagna come la più grande e determinata mai messa in atto dalla sua organizzazione.

Stato prediletto della campagna pro-Clinton è il North Carolina, quest’anno al centro di polemiche in seguito all’approvazione di una legge che impone a transgender e transessuali l’uso dei bagni pubblici a seconda del genere assegnato alla nascita.

Le quote gay

Nonostante la mobilitazione in massa causata dal rischio che una figura controversa come quella di Donald Trump possa arrivare alla Casa Bianca, sono recenti le rivelazioni secondo cui il repubblicano (ripudiato dagli stessi repubblicani) sarebbe notevolmente indietro nei sondaggi elettorali.

Alta la percentuale dell’elettorato LGBTQ in favore di Hillary Clinton: oltre il 70% di ben 10 milioni di persone voterà il candidato del Partito Democratico. Una quota del resto destinata a salire in seguito alle nuove rivelazioni sullo stile di vita poco “tradizionale” dell’avversario.