Gambia, lotta ai cittadini gay che lasciano il paese

I Paesi africani non hanno alcun interesse a fermare i flussi migratori, l’Italia ne è ben consapevole ma neanche gli altri stati membri dell’Unione Europea sono esenti dal fenomeno. Mentre alcune nazioni accennano alla questione per mera formalità, nella sostanza poco avviene concretamente ed ogni anno migliaia e migliaia di cittadini africani tentano qualunque via pur di abbandonare la loro patria, spinti dalla povertà e dalla violenza, sotto gli occhi (chiusi) dei governanti.

Yahya Jammeh con il Presidente USA Barack Obama e consorte
Yahya Jammeh con il Presidente USA Barack Obama e consorte

La situazione cambia, però, se ad emigrare sono gli omosessuali. Le persone LGBT sono una vergogna e disonorano le loro origini, dunque vanno fermate, ostacolate e – nei casi al limite – riportate in Africa ed uccise.

Ad affermarlo è Yahya Jammeh, Presidente del Gambia, che insieme ad altri governatori africani si unisce alla dura lotta contro le persone omosessuali arrivando perfino a riconoscere un problema nella questione dell’immigrazione.

Molte persone vanno in Occidente e dicono di essere omosessuali e di essere a rischio in Gambia solo per ottenere il permesso di soggiorno in Europa. Se li prendo, li ammazzo.

Per realizzare il suo piano, Jammeh conta sulla collaborazione delle autorità britanniche, che stando alle sue parole avrebbero introdotto un test medico per stabilire con certezza l’orientamento sessuale degli immigrati (!) al fine di smascherare le richieste di asilo politico non sufficientemente motivate.

Già nel 2008 il Presidende gambiano aveva avvertito gli omosessuali di non lasciare il Paese, pena decapitazione.

Per quanto mi riguarda, LGBT può significare solo Lebbra, Gonorrea, Batteri e Tubercolosi, i quali sono nocivi per l’esistenza umana.

Yahya Jammeh conquistò il potere nel 1994 attraverso un colpo di Stato. Da allora vanta quattro successi consecutivi alle finte elezioni politiche. In Gambia l’omosessualità viene punita con una pena che può arrivare fino a 14 anni di carcere.

Precedente Arcivescovo anglicano contro il bullismo omofobico Successivo UK. Pinguini gay curano cucciolo abbandonato