Crea sito

Francia, definire omofoba La Manif Pour Tous è diffamazione

Corte d’appello di Parigi condanna la leader di ACT UP

Un giudice francese ha stabilito che l’uso del termine “omofobo” è da considerarsi diffamatorio indipendentemente dal contesto in cui viene utilizzato.

A subire le conseguenze della discutibile sentenza è Laure Pora, ex presidente della divisione francese di ACT UP (AIDS Coalition to Unleash Power), la quale dovrà versare nelle casse del gruppo La Manif Pour Tous la somma di 800 euro – oltre a dover coprire le spese processuali del caso per un totale di 1500 euro.

L’episodio che ha scatenato il caso

Nel 2013 ACT UP organizzò un sit-in per protestare contro la Jerome Lejeune Foundation (JLF), associazione pro-vita che si occupa di ricerca, cure e difesa delle persone con disabilità mentali genetiche. A scatenare le posizioni critiche di ACT UP nei confronti della JLF fu il sostegno di quest’ultima per le iniziative di La Manif Pour Tous.

ludivine-de-la-rochere-act-up

Durante la manifestazione preservativi riempiti di sangue finto furono lanciati contro l’edificio che ospita la sede della fondazione, mentre alcuni partecipanti mostravano fotografie di Ludivine de La Rochère (fondatrice della Manif) con la scritta “omofoba”.

La Manif Pour Tous

La Manif Pour Tous (oggi presente anche in Italia) si oppone al matrimonio egualitario, al diritto di adozione per le coppie omosessuali, ai diritti delle persone transgender e transessuali. Secondo il difensore di La Rochère e dell’associazione «descrivere La Manif Pour Tous come omofobica è un oltraggio».

Il gruppo in sostegno della cosiddetta famiglia tradizionale e di ispirazione cattolica si è reso protagonista della vita politica francese fin dai primi tentativi del governo Hollande di approvare il matrimonio tra persone LGBTQ.

La Legge Taubira – dal nome della sua relatrice Christiane Taubira – venne infine approvata dal Parlamento il 23 aprile 2013 tra l’acclamazione dei sostenitori dei diritti civili e le dure critiche degli ambienti cattolici e dei fedeli, guidati appunto dall’associazione in oggetto.