Crea sito

Embrasse-moi, la commedia (non troppo) romantica

Embrasse-moi è il primo film scritto e diretto dalla comica francese apertamente lesbica Océane Rose Marie.

La possiamo chiamare Océane Rose Marie, Océanerosemarie oppure Oshen: il risultato della ricerca non cambia, perché dietro questi tre pseudonimi si nasconde Océane Michel, dalla carriera eclettica ma ormai stabilizzata sul palco dei teatri francesi – con breve sosta sul grande schermo.

Il 5 luglio è uscito nei cinema d’Oltralpe Embrasse-moi, la prima commedia romantica a tema lesbico prodotta in Francia. La protagonista della storia assume il nome di Océanerosemarie, una donna piena di vita, impegnata tra lavoro, amici e soprattutto ex fidanzate. Un giorno incontra casualmente Cécile, che la protagonista non tarda a definire la donna della sua vita. Per riuscire a conquistarla, Océane capisce di dover infine maturare e diventare una adulta responsabile. La riuscita non è assicurata.

A vederla oggi, difficilmente lo spettatore può immaginare un suo passato nel settore della musica – in realtà è proprio da qui che parte la sua carriera. Dopo aver pubblicato due album (Don Juan e Je ne suis pas celle), nel 2009 la parigina prestata a Marsiglia mette a riposo la chitarra per iniziare la prima esperienza teatrale con un one woman show dal titolo Océanerosemarie, la lesbienne invisible (dal quale ha trovato ispirazione per il soggetto del film).

Il suo orientamento appare chiaro fin da subito, i suoi spettacoli incentrati sulla vita di una donna di spettacolo apertamente lesbica. Diciamo fin da subito che in Francia, come in Italia, non esistono donne di spettacolo lesbiche e che Océane Rose Marie è l’unica eccezione. In pratica la nostra Gianna Nannini. Battute a parte, in Francia esistono ben tre lesbiche: oltre Océane ci sono Céline Sciamma e Adèle Haenel.

Dopo un’ulteriore parentesi musicale inizia un’esperienza nuova, quella della radio. Dal 2013 anima i programmi di Europe 1 e France Inter, mentre dal 2015 si dedica a tempo pieno allo spettacolo Chatons Violents, che ancora oggi porta in giro nei teatri francesi

Non ci sono notizie riguardo eventuali uscite internazionali di Embrasse-moi, ma già in partenza sembrano esserci poche speranze per l’Italia.