Chiesa cattolica austriaca sospende prete omofobo

karl tropperLa Chiesa cattolica dell’Austria ha sospeso un prete dalla celebrazione delle feste pasquali – annunciando inoltre il suo ritiro – a causa di vari commenti contro omosessuali e musulmani. La decisione è stata presa in seguito alla violazione dei numerosi avvisi destinati a Karl Tropper, il 75enne protagonista della vicenda.

La scorsa settimana il ministro di Dio chiamò i gay «omo-folli», per poi rivolgersi all’Islam definendo tale religione come «puro razzismo». Non è la prima volta che l’anziano prete si lascia andare a dichiarazioni discutibili, come riportato dal Kleine Zeitung.

Inizialmente i vertici della Chiesa austriaca avevano tentato di spiegare le affermazioni con l’età avanzata dell’uomo, invitandolo però a interrompere i suoi sproloqui. Tuttavia Tropper ha ignorato completamente gli ammonimenti e, ad appena un giorno di distanza dall’intervento della diocesi, ha rilasciato un’intervista nella quale definiva «pervertite» le persone omosessuali, aggiungendo una lamentela nei confronti dei suoi superiori:

Ormai, se dici queste cose devi ritirarti dal ministero.

Precedente USA, l'Accademia dei pediatri dice sì al matrimonio LGBT Successivo Parigi, bambino-scudo nella protesta anti-gay