Crea sito

Bayern Monaco multato per uno striscione omofobico

La società del Bayern Monaco è stata sanzionata per uno striscione omofobico esposto sugli spalti durante la partita con l’Arsenal.

Una parte dello stadio rimarrà chiusa ai tifosi in occasione del prossimo incontro di Champions League, che vedrà la squadra tedesca scendere in campo contro il Manchester United; inoltre la società calcistica dovrà pagare una multa di €10.000 per comportamento discriminatorio.

Gay_Gunners_Arsenal_Bayern_Munich_Banner_1

Lo striscione (immagine sopra) consisteva in un “ritratto” del centrocampista dell’Arsenal Mesut Ozil che, piegato in avanti, si appresta ad essere penetrato da una cannonata. Ad accompagnare il disegno, la scritta “Gay Gunners”.

Un provvedimento che in Europa e soprattutto nell’ambiente del calcio fa discutere, ma che Oltreoceano costituisce già da tempo una regola. Negli Stati Uniti e in Canada le organizzazioni sportive ricorrono a politiche anti-omofobia molto restrittive, le quali prendono in esame il comportamento dei giocatori anche al di fuori dei campi.

L’esempio più recente riguarda Arland Bruce, giocatore della Canadian Football League (CFL) che il mese scorso pubblicò su Instagram un “consiglio” sgradevole ed offensivo nei confronti del cestista americano Michael Sam, noto alle cronache per aver fatto coming out.