Crea sito

Australia, cappio arcobaleno in una campagna anti-gay

Come nel nostro paese, anche in Australia il tema delle unioni civili – o meglio, del matrimonio egualitario – è attualmente al centro del dibattito politico. Nonostante la presenza di un’ampia e forte comunità LGBTQ (e di Ruby Rose), anche gli omosessuali australiani sono costretti a vedere i loro diritti nelle mani di politici in cerca di consenso popolare nonché di gruppi in difesa della “famiglia tradizionale”.

Tra questi spicca sicuramente The Marriage Alliance, associazione che fece parlare di sé già lo scorso anno, quando con un orrendo spot televisivo contro i diritti LGBT si insinuò nello spazio pubblicitario durante la trasmissione di I Am Cait, il reality show che ha seguito il percorso di Caitlyn Jenner verso il cambio di sesso.

Il gruppo anti-gay è tornato questa settimana in tutto il suo “splendore”, con una nuova campagna pubblicitaria capace di inorridire tutte le persone dotate di buon senso. Il poster pubblicato nei giorni scorsi ritrae una donna al lavoro, dietro una scrivania, con un cappio arcobaleno intorno al collo.

marriage alliance anti gay poster

L’immagine è accompagnata dalla seguente scritta:

Il matrimonio tra persone dello stesso sesso accresce il tasso di bullismo virtuale sul posto di lavoro.

Mentre il tweet viene presentato con un’altra perla di saggezza:

Il matrimonio egualitario incentiva il politically correct. L’esperienza dei paesi oltreoceano testimonia l’aumento di insicurezza del posto di lavoro.